Il solo nominarla fa venire in mente dolciumi e leccornie da pasticceria, ma è un ingrediente utile anche per primi e secondi piatti. La cannella fa bene sia da sola che abbinata ad altre spezie, ideale per tè e tisane che stimolano i sensi, soddisfano la gola e riscaldano il cuore. È un rimedio naturale a difesa del sistema immunitario. Le proprietà della cannella sono tante. Vediamo le principali proprietà benefiche in 10 punti. Prima un po’ di storia.

Dagli Egizi agli olandesi, la cannella nel corso del tempo

La cannella è originaria dello Sri Lanka ma con il tempo è stata introdotta anche nelle Antille, in Malesia e in Madagascar. La parte commestibile e utilizzata in gastronomia non si ricava dal frutto o seme ma dal fusto. Questo assume la forma di ramoscelli color nocciola, detti anche “cannelli”, da qui il suo nome. Viene adoperata nei classici bastoncini o anche in polvere. Si tratta di una spezia dalla storia millenaria, citata già nella Bibbia, usata dagli Egizi nei rituali di imbalsamazione, mentre greci e romani la ritenevano un afrodisiaco. In occidente venne importata nel medioevo per opera degli olandesi durante i loro traffici commerciali dall’India. La specie più comune è la Cinnamomum zeylanicum, oltre a quella cinese o Cinnamomum cassia. La qualità migliore e costosa è denominata Cinnamomum vera, dal colore più chiaro e dal sapore più dolce.

Cannella benefici e proprietà in una top 10

Ha un elevato contenuto di sali minerali e di vitamine tra cui: potassio, zinco, selenio, rame, fosforo, calcio, ferro, manganese, vitamina A, C, E, K). Ecco le principali proprietà della cannella:

  1. Elimina il senso di fame. La cannella si dimostra molto utile per chi segue diete o regimi alimentari ipocalorici perché spegne l’appetito, in particolare quello “nervoso”, vale a dire non reale ma percepito solo come necessità di appagamento.
  2. Combatte il raffreddore. È molto efficace nel contrastare i sintomi influenzali e stimola il sistema immunitario.
  3. È utile contro il diabete. Contiene un particolare polifenolo che agisce in maniera simile all’insulina. Controllo del glucosio nel sangue e nel diabete tipo 2. Anche nei soggetti sani evita i picchi insulinici che spesso provocano mal di testa, vertigini e nausea.
  4. Fa bene alla digestione. Ottimo astringente contro la diarrea, la dispepsia, e favorisce il transito intestinale.
  5. Antibatterico e antimicotico. Efficace contro la crescita di batteri e funghi.
  6. È un antinfiammatorio naturale. Ha effetto come rilassante muscolare, lenitivo, allevia i crampi e i dolori mestruali. A tal proposito è utile anche contro il mal di gola. Per lo stesso principio è efficace anche contro i dolori reumatici.
  7. È un antiipertensivo. Stimola la circolazione e combatte il colesterolo.
  8. È un antiossidante. Protegge dall’azione dei radicali liberi e rallenta il processo di invecchiamento delle cellule. Questo benefico si ha anche a livello cutaneo, purificando e di aiuto per l’acne.
  9. Combatte l’infertilità femminile. Contiene una sostanza chiamata cinnamaldeide che nelle donne regolarizza l’equilibrio tra testosterone e progesterone.
  10. Migliora le facoltà cognitive. Come stimolante previene le malattie neurodegenerative del cervello come il Parkinson e l’Alzheimer, con beneficio per lucidità e memoria.

Possibili effetti collaterali

Se consumata in dosi eccessive la cannella può avere effetti collaterali come tachicardia e nervosismo, ma all’opposto anche sonnolenza e stanchezza. Possono verificarsi anche disturbi a fegato e reni per la presenza di curarina. In alcuni casi si hanno reazioni allergiche e infiammazioni delle mucose. Da evitare in gravidanza.

Cannella, dolce o salato, risultato assicurato

Delicata e piccante allo stesso tempo la cannella riesce ad essere protagonista in una infinità di ricette, sia dolci che salate. Quando si tratta di pasticceria questa spezia “gioca in casa”, dando vita a specialità di ogni tipo, dalle torte ai biscotti, dalle caramelle alle creme, fino a farcire e aromatizzare gelati e bevande (tipici sono il vin brulè, i punch, liquori e la sangria). Favolosa nella classica crema catalana o nella creme brulè, è alla base di specialità come il famoso pan pepato. Poco sfruttata nella cucina italiana ed in generale occidentale, è invece un ingrediente fondamentale della tradizione gastronomica orientale. È una delle spezie usate nel curry, si accosta bene alle pietanze agrodolci, ai risotti, e viene utilizzata per dare un retrogusto particolare alle carni conservate. Spesso viene anche usata in combinazione con altre spezie (anice e cannella, zenzero e cannella, curcuma e cannella, cardamomo e cannella, ecc). La si può infatti utilizzare con innumerevoli combinazioni in base ai gusti personali e al tipo di piatto, per valorizzarne di volta in volta le peculiarità.

Miele e cannella, matrimonio di benessere

Già da soli sono ricchi di nutrienti e di proprietà benefiche, ma insieme diventano un vero e proprio elisi di salute. Diverse ricerche attribuiscono a questo mix delle eccellenti capacità antitumorali, inoltre è efficace contro le ulcere ed è un potente energetico naturale. Contribuisce alla salute del cuore perché riduce il colesterolo cattivo, combatte l’acidità di stomaco ed è indicato per chi soffre di reflusso gastroesofageo. Queste sue qualità ne fanno anche un regolatore della flora batterica impedendo la fermentazione che spesso è causa di alito cattivo. Può inoltre essere usato come collutorio per disinfettare la bocca e dare una piacevole sensazione di freschezza. Cannella e miele infine hanno incredibili capacità dimagranti. La cannella accelera il metabolismo, questa azione combinata ai carboidrati e ali enzimi del miele innesca un meccanismo brucia grassi molto efficace.

Tisana zenzero e cannella

L’accostamento di zenzero e cannella nella preparazione di infusi e tisane dà vita ad una combinazione dagli effetti incredibilmente benefici. Prima di tutto gratifica i sensi per l’aroma unico che si sprigiona, solleticando il palato con note di gusto sia deciso che delicato, scoprendo ad ogni attimo un sapore nuovo. Una spezia potenzia le qualità salutari dell’altra, con l’amaro dello zenzero che stimola la salivazione e quindi il processo digestivo, e la cannella che attiva il sistema gastrointestinale. Una tisana bollente con i due ingredienti è un toccasana contro l’influenza poiché abbina le capacità antinfiammatorie dello zenzero con quelle antibatteriche e antisettiche della cannella.