Se nelle nostre città troviamo bar e locali che ci offrono ampie selezioni di tè e tisane da gustare calde nei freddi pomeriggi invernali, la scelta molto spesso non è altrettanto ampia quando vogliamo bere un tè freddo che non abbia provenienza industriale e che non sia eccessivamente dolce. È semplice, però, e anche divertente ottenere ottimi tè da gustare freddi in casa. Con alcuni semplici accorgimenti e un po’ di fantasia preparerete delle bevande rinfrescanti e salutari, anche senza l’aggiunta di zuccheri.

A tal proposito, abbiamo pensato ad una lista di tè e infusi in promozione fino a lunedì 5 agosto!

Tè e infusi in promozione fino al 5 agosto

Importante, però, fare una distinzione tra infusione a caldo e infusione a freddo:

Infusione a caldo

L’infusione a caldo estrae rapidamente e in pochi minuti tutte le sostanze delle foglie. In particolare modo, per quanto riguarda i tè è bene bere la nostra tazza finché è ancora calda. Durante il raffreddamento inizierebbe un processo di ossidazione e dopo poco predominerebbe al palato la componente amara e astringente.

Infusione a freddo

Conosciuta anche col nome cold brew è invece più lenta. L’estrazione delle sostanze dal tè avviene lentamente e ci permette di gustarne le note e i sentori più delicati. È adatta se si intende conservare una bottiglia in frigo anche per due o tre giorni. Non ci sono regole e tempi tassativi come invece per le infusioni in acqua calda. In linea di massima possiamo dire che a temperatura ambiente o in frigo possiamo lasciare in infusione dalle due alle sei ore per il tè fino alle 8 ore per tisane o infusi alla frutta. Una buona abitudine è quella di lasciare una teiera o una bottiglia la sera con l’infuso preferito che sarà pronto per la colazione del giorno dopo. Naturalmente in funzione dei tempi di macerazione delle foglie in acqua si possono ottenere infusi più o meno intensi.

teiera di vetro in infusione a freddo con tè

È bello sentirsi liberi di sperimentare, anche aggiungendo a piacimento frutta ed erbe fresche. Esistono miscele a base di frutta e bacche già composte, ma se si vuole personalizzare del tè naturale con, ad esempio, foglie di menta e fette di limone si otterranno bevande adatte ai propri gusti. Il consiglio è quello di non alterare i sapori e i profumi degli ingredienti al naturale, ma volendo si può aggiungere agli infusi un po’ di zucchero, miele oppure sciroppo d’acero o di agave. Un altro utilizzo divertente, soprattutto se si hanno bambini, per tè, ma soprattutto per infusi alla frutta è versarli in appositi stampi e trasformarli in ottimi ghiaccioli naturali e privi di coloranti.

6 ghiaccioli preparati con infusione a freddo

Sebbene ogni infuso o tisana che siamo abituati a bere caldi può essere provato nella versione a freddo, ci permettiamo di consigliarne una breve lista di tè e infusi più adatti da consumare durante le calde giornate estive.