Siamo in Via Galvani, 11 • Roma (Testaccio) | tel. 327.8612655

Siamo in Via Galvani, 11 • Roma (Testaccio)
tel. 327.8612655

Lo sai che... con 60 euro di spesa la spedizione è gratuita?

Anacardi: benefici, proprietà ed usi in cucina

Oramai è abbastanza risaputo che la frutta secca sia un toccasana per il nostro organismo, tanto da essere diventata una parte importante della nostra alimentazione. Se noci, mandorle e nocciole sono da sempre state integrate nella nostra dieta, gli anacardi hanno cominciato a farsi conoscere soltanto negli ultimi anni. Questo frutto, di provenienza tropicale, ha infatti incredibili proprietà benefiche sia per il nostro corpo sia per la nostra mente. Cerchiamo allora di capire cosa sono gli anacardi, i benefici e quanto possono essere utile per la salute.

anacardi in un vasetto nel negozio emporio delle spezie

Anacardi cosa sono

Prima di identificarne le proprietà benefiche, è bene definire cosa sono gli anacardi, conosciuti anche come noci di anacardio. Questi non sono altro che il frutto dell’Anacardium Occidentale, una pianta sempreverde originaria dell’Amazzonia, poi esportata dai Portoghesi attorno al XVI secolo. L’aspetto è quello di piccole noci di circa 2/3 centimetri, che quasi ricordano i fagioli, pur essendo di gran lunga più pregiati.

pianata anacardi con quattro frutti

A stupire è soprattutto la fruttificazione di quest’albero, che produce diversi tipi di frutti, strettamente legati tra loro: uno fresco, la cosiddetta mela d’anacardio, che ha proprio l’aspetto di una piccola mela dalla polpa fibrosa; ed uno secco, altrimenti conosciuto come nocciola d’anacardio, caratterizzato da un guscio duro al cui interno si trova un seme oleoso dalla caratterista forma a cuore, l’anacardio appunto (dal greco kardia, cuore).

Anacardi benefici e proprietà

Per quanto piccoli, gli anacardi sono ricchi di proprietà benefiche per il nostro organismo, motivo per cui sono divenuti parte integrante della dieta di molti di noi. Data la presenza di una buona quantità di selenio, questi vantano ottime proprietà antinfiammatorie e sono pertanto consigliati per la cura di dolori muscolari e/o articolari.

Al di là di questo, gli anacardi sembrano anche essere in grado di contrastare il colesterolo alto, poiché contengono buone quantità di acido oleico e palmitico, entrambi funzionali alla riduzione del colesterolo cattivo HDL e all’aumento di quello buono LDL. Questi benefici sembrano essere coadiuvati anche dal magnesio contenuto negli anacardi, utile sia per il corretto funzionamento del sistema nervoso sia per la salute delle ossa e dei muscoli. Come se non bastasse, questi frutti vantano anche ottime proprietà antiossidanti, grazie alla presenza della zeaxantina, un pigmento che assicura la protezione degli occhi dai raggi solari e dall’azione del tempo.

Ma tra i benefici più noti, vale la pena menzionare gli anacardi antidepressivi, perché contenenti il triptofano, un importante amminoacido precursore della seratonina, il cosiddetto “ormone del buon umore”. Favorendo la produzione di serotonina, siamo portati a provare una sensazione di benessere psico-fisico e di relax, sconfiggendo così la depressione. Inoltre, il triptofano è anche un precursore della melatonina, l’ormone che ha la funzione di regolare i ritmi sonno-veglia, favorendo così una buona qualità del sonno, soprattutto per le donne in menopausa. Infine, è proprio lo stesso triptofano a conferire a questi semi la proprietà di placare l’appetito, rendendoli così particolarmente adatti alle diete dimagranti.

Come mangiare gli anacardi

Chiarite le proprietà benefiche degli anacardi, resta da capire come inserirli nella propria dieta. Trattandosi di un frutto secco, questi possono essere consumati semplici o tostati (come ogni qualunque altro tipo di frutta secca), meglio se come spuntino di metà mattinata o pomeriggio. Il solo accorgimento riguarda la quantità che ne potete mangiare, che dovrebbe oscillare attorno ai 30 grammi al giorno, perché il rapporto anacardi calorie è piuttosto alto, per cui è bene non esagerare con questo alimento. Gli anacardi hanno 553 calorie ogni 100 grammi. Ecco dove acquistare gli anacardi.

anacardi sfusi in una ciotola con rosmarino e sale

Al di là di questo, è possibile anche consumare gli anacardi in forma di crema o di burro, ottimo da spalmare sul pane per una colazione o una merenda sostanziosa. Inoltre, questi frutti sono ottimi per la preparazione di torte, dolci o biscotti di ogni genere. Alcuni preferiscono invece associare gli anacardi a piatti salati quali il riso con anacardi e piselli, il noto pollo con anacardi diffuso nella cucina orientale e poi diventato uno dei piatti caratteristici anche delle nostre tavole, o il chicken Biryani originario della cucina persiana.

tavola apparecchiata con donna che serve Chicken Biryani

Insomma, comunque vogliate prepararli e mangiarli, gli anacardi sono davvero un ottimo alimento per la salute di ognuno di noi.

Condividi:

VOGLIA DI LEGGERE?

L’Emporio Avanvera

AVANVERA era il nome di uno dei cocktail proposti nella Taverna del Santopalato, il primo ristorante futurista aperto a Torino, agli inizi degli anni ’30 del secolo scorso, che ha ispirato nome e atmosfere all’ormai

Leggi Tutto »