La leggenda narra che fu un insegnante di yoga ad inventare la ricetta del golden milk per aiutare i sui allievi durante gli esercizi. Il Golden Milk o il latte d’oro – come è meglio conosciuto in Italia – è una bevanda che ha origine nella tradizione medica Ayurvedica. Si tratta di una bevanda a base di curcuma, latte, miele e pepe. Il latte di curcuma è considerato un prezioso nutrimento per il nostro corpo proprio grazie alla curcumina, valido alleato della salute.

Vediamo le caratteristiche del Golden Milk e come prepararlo:

I benefici del Golden Milk

Il Golden Milk nasce dalla tradizone medica indiana Ayurveda dove la curcuma, la spezia gialla come il sole, viene ampiamente usata e il golden milk viene considerato una sorta di panacea, di supporto per attenuare la stanchezza e l’affaticamento fisico e mentale. In India, la ricetta per preparare il golden milk fa parte delle competenze casalinghe che si tramandano da generazioni, e varia da famiglia a famiglia. Altrettanto importante e utilizzato nella medicina tradizionale cinese. Gli effetti benefici del Golden Milk sono da ricondurre principalmente alla curcuma, il suo ingrediente principale. La curcuma è una spezia benefica contenente la curcumina, il suo principio attivo che aiuta a mantenere giovani le cellule perché contrasta i radicali liberi. La curcuma ha moltissime proprietà utili al nostro organismo: è antiossidante, antitumorale, neuroprotettiva, coleretica, epatoprotettiva, dermoprotettiva, carminativa, antidiabetica, anticoagulante, antidolorifica e antinfiammatoria, attenua i dolori in caso di artrosi e infiammazione delle articolazioni. Aiuta la digestione ed è un antiacido. Antidolorifico e antipiretico tanto da considerarla una sorta di paracetamolo naturale. La curcumina è contenuta in alcuni spray nasali grazie alla sua azione decongestionante. L’azione cicatrizzante la rende utile per ferite ed eruzioni cutanee. Curcuma e miele, sono due alimenti che possono aiutarci a combattere le malattie stagionali e che, se assunti insieme, hanno un’efficacia maggiore e una capacità curativa sorprendenti. Infine, nel Golden Milk è presente anche un pizzico di pepe poiché Curcuma e piperina insieme sono due sostanze ricche di proprietà benefiche che abbinate moltiplicano le loro singole qualità diventando due ottime alleate nella lotta al dimagrimento e nella prevenzione dei tumori del colon, dei tumori polmonari e del cancro alla mammella.

Per riassumere – i benefici del Golden Milk:

  • Proprietà anti infiammatorie e analgesiche
  • Proprietà antibatteriche, antisettiche e antivirali. Utile contro i tipici malanni della stagione fredda. Rafforza anche le difese immunitarie.
  • Proprietà antiossidanti
  • Proprietà antitumorali
  • Proprietà depurative e disintossicanti

Golden-milk-

Golden Milk ricetta

Il Latte alla Curcuma – o Golden Milk – si prepara con ingredienti semplici ed è molto semplice da realizzare. Per prima cosa occorre preparare la pasta alla curcuma mischiando mezza tazza di polvere di curcuma e una tazza di acqua.

Ingredienti per la pasta di curcuma (circa 30 tazze)

Ingredienti per una tazza di Golden Milk ( 1 tazza ha 100 calorie circa)

  • 150 gr latte di vaccino o vegetale (mandorla o soia)
  • 1 cucchiaio miele Millefiori

Procedimento
Versate l’acqua in un pentolino insieme ad un pizzico di pepe nero e portate a bollore. Non appena l’acqua sarà a temperatura spegnete la fiamma e unite la curcuma in polvere. Mescolate continuamente fino ad ottenere una pasta densa e granulosa. Riponete la pasta di curcuma in un barattolo nel quale poterla conservare. In un pentolino portate quasi a bollore il latte, spegnere poco prima che inizi a bollire. Versare il composto in un barattolo e aggiungere un cucchiaino di pasta alla curcuma al latte e mescolare bene con una frusta. Dolcificare con il miele e chiudere il barattolo con il tappo. Agitare energicamente. Servire e gustare!

Golden Milk ricette alternative

Un’alternativa veloce per preparare una porzione di golden milk è mischiare due tazze di latte e un cucchiaio di curcuma in polvere, frullare (con un frullatore a immersione o nel robot da cucina) e mettere il composto in un pentolino, facendolo scaldare per 3-5 minuti a fuoco medio (senza farlo bollire). Aggiungere un pizzico di pepe, per aiutare l’assorbimento della curcuma e dei suoi principi attivi.

Tra le alternative, Giallo Zafferano propone una fresca e gustosa ricetta estiva a base di golden milk: lo stecco gelato Golden Milk. Vediamo come prepararlo:

Ingredienti per 6 gelati

  • 400 gr latte di cocco
  • 50 gr sciroppo di acero
  • ½ cucchiaino curcuma in polvere
  • 1 pizzico cannella in polvere
  • 1 pizzico zenzero in polvere
  • baccello di vaniglia

Procedimento
Per preparare il gelato golden milk, versate il latte di cocco in un pentolino, aggiungete lo sciroppo d’acero e aromatizzate con i semi e il baccello di vaniglia. Portate il composto a bollore mescolando con una frusta. Togliete il pentolino dal fuoco, eliminate il baccello della bacca di vaniglia e dividete il composto in due parti, una da 150 gr e una da 300 gr. Nella ciotola da 300 gr aggiungete la curcuma, la cannella e lo zenzero in polvere. Mescolate bene con una frusta e riponete entrambe le ciotole in frigorifero per 5 minuti. Prendete uno stampo per ghiaccioli della capacità di 70 ml per ogni stecco, e riempitelo con il composto bianco, distribuendolo equamente all’interno di 6 scomparti, poi riponete lo stampo in freezer per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo, riprendete lo stampo 11 e versate il composto speziato sopra a quello bianco. A questo punto, coprite con il coperchio, aggiungete i bastoncini e lasciatelo rassodare in freezer per almeno 5 ore. Al momento di estrarre i gelati, passate velocemente lo stampo sotto l’acqua corrente per facilitare l’operazione e gustate il vostro gelato golden milk per una pausa rigenerante. Conservare in freezer per al massimo due settimane.

GOLDEN-MILK-STECCO-GELATO

Come conservare il Golden Milk

La pasta di curcuma si conserva in frigorifero fino a un mese, l’importante è che sia chiusa in un barattolo meglio se di quelli con la guarnizione.  Invece il golden milk pronto è consigliabile consumarlo entro qualche giorno al massimo.

Golden Milk quando berlo

La filosofia Ayurvedica insegna che il golden milk va consumato la sera prima di andare a dormire, ma può essere gustato tranquillamente durante la prima colazione, oppure durante una sosta rigenerante a merenda, soprattutto se si svolge yoga o altra attività fisica, in palestra o all’aria aperta. Preparato con latte vegetale è estremamente leggero e non interferisce con la concentrazione necessaria alla meditazione. Quello di latte vaccino, più nutriente, può sostituire, all’occorrenza, un pasto, in aggiunta a un piatto di cereali e ortaggi. È particolarmente consigliato nei periodi di intensa attività fisica, ma anche durante le fasi di elevato impegno mentale, quando è richiesta un’elevata concentrazione per lo studio o il lavoro. Aiuta, inoltre, a sostenere l’umore in caso di stress, affaticamento, ansia e stanchezza cronica, favorendo, anche, la regolazione dell’appetito nervoso. Soprattutto in caso di dolori articolari o muscolari e di stati infiammatori, il suggerimento è di assumere il latte d’oro una volta al giorno per 40 giorni.

Golden Milk per dimagrire

Il golden milk aiuta a liberarsi dai chili in eccesso perché ha la capacità di accelerare il metabolismo. Infatti, tra i rimedi naturali per perdere peso, la curcuma può favorire la pancia piatta, agendo a livello delle cellule adipose. Ha un effetto brucia grassi e facilita la digestione, evitando quindi i gonfiori intestinali. Ma, le proprietà dimagranti della curcuma non si fermano qui: aiuta il senso di sazietà, tenendo a bada i picchi glicemici, e favorisce il drenaggio dei liquidi. Grazie a tutte queste caratteristiche, la curcuma risulta essere un potente alleato per ritrovare la forma fisica. Basta bere una tazza al giorno per 30/40 giorni e i risultati si inizieranno a vedere fin da subito. Questa bevanda drenante, utile anche per una dieta depurativa post vacanze, se assunta quotidianamente, non fa bene solo alla linea, ma anche al corpo e alla pelle, rendendoli più tonici e in forma.